Investigazioni infedeltà Torino

Investigazioni infedeltà Torino

 Agenzie investigative infedeltà Torino 

Non riesci a distogliere il pensiero dall’idea che il tuo partner, tua moglie, la tua compagna, fidanzata possa tradirti?
Credi avere le prove ma ti manca la certezza?
Non prendere decisioni affrettate, decidi con calma ed affida i tuoi sospetti a terzi, agenzia specializzata in investigazioni a Torino.
Contatta una delle nostre agenzie investigative a Torino presentate.
La risposta che cerchi è a portata di mano.
Scoprire una infedeltà è un lavoro adatto a professionisti dell'investigazione. In poco tempo il tuo pensiero fisso sparirà e tornerai a vivere serenamente.

investigazioni infedeltà Torino


Investigazioni Infedeltà Torino

Dott.ssa Antonella Pavesio Investigazioni
Via Marco Polo, 4 
10129, Torino 
Tel: 011.51.83.796


Ieri è finito un incubo durato sei mesi, che mi lascia con tanta rabbia, desiderio di vendetta, delusione e amarezza, ma anche sollievo e voglia di ricominciare. Iniziamo dal principio, dalle prime menzogne e dai miei primi sospetti…
Conosco mio marito da 20 anni e siamo sposati da 15. Eravamo la classica famiglia felice, quella “del mulino bianco”: nessun problema economico, due figli sani e meravigliosi, una bella casa nel centro di Torino e tante comodità, ma soprattutto tanto amore. Devo riconoscere che sia a livello materiale che personale mio marito non mi ha mai fatto mancare niente. Dopo dieci anni di matrimonio ancora mi coccolava, mi ascoltava e mi portava in vacanza in posti meravigliosi, provocando l’invidia di tutte le mie amiche.
Spesso mi domandavo perché era capitata proprio a me la fortuna di avere a fianco un uomo simile, e non riuscivo a darmi risposta. A volte credevo di vivere in un sogno… ma si sa, prima o poi i sogni finiscono e lasciano solo l’amarezza e il trauma del risveglio.
Ricordo perfettamente il giorno in cui hanno iniziato a sorgere in me i primi sospetti… eravamo a cena tutti insieme, come al solito. Si chiacchierava e scherzava del più e del meno e si commentavano i fatti del giorno.
Poi è squillato il cellulare di Maurizio e lui, invece di rispondere e dire che stava cenando e che avrebbe richiamato a breve, si è alzato ed è andato a parlare nella sua stanza. Non si era mai comportato così prima. Poi ha provato a giustificarsi dicendo che era una questione importante di lavoro e che non poteva rimandare la conversazione, e io per quella volta ho lasciato correre… ma non mi aveva convinta del tutto.
Da quel giorno una vocina si era insinuata nel mio cervello e mi costringeva a prestare molta più attenzione a piccoli dettagli ai quali prima non avrei dato alcun peso: un ritardo, una chiamata ad un’ora insolita, un profumo diverso sui suoi abiti, un impegno imprevisto sul lavoro… tutto mi faceva dubitare di lui.
Più raccoglievo indizi, più cercavo di convincermi che non era vero e che stavo inventando tutto da sola. Non dormivo più la notte, sentivo che stavo impazzendo.
Non osavo fargli domande dirette per paura di veder confermati i miei sospetti e non riuscivo a parlare delle mie paure neanche con parenti e amiche.
Avrei voluto una risposta definitiva ma avevo il terrore di cercarla da sola, magari seguendolo con la macchina o controllando il suo cellulare. Poi un giorno per caso ho trovato su un giornale la pubblicità dell’agenzia di investigazioni di Torino, e quasi senza pensarci ho preso il cellulare e ho composto il numero e si occupava proprio di investigazioni su infedeltà di coppia.

Mi ha risposto subito una voce calda e amica e abbiamo fissato un appuntamento. Le indagini sono iniziate subito e nel giro di pochissimo tempo ho avuto la risposta che cercavo: mio marito, l’uomo che aveva giurato di amarmi e rispettarmi per sempre, da mesi mi tradiva con Maria, ragazza spagnola di 26 anni commessa in un negozio di scarpe da uomo.

Le prove dell’agenzia investigativa di Torino sono state schiaccianti e inequivocabili, la loro gentilezza e professionalità ineccepibili. Avrei dovuto contattarli prima e risparmiarmi tanta inutile e logorante incertezza.
Mio marito mi ha chiesto di perdonarlo, ma non ci riuscirei mai. Ora non aspetto altro che la separazione e un nuovo inizio.

Commenti